La Riforma protestante al Salone del libro di Torino (18-22 maggio)

Alla Biblioteca del Salone un percorso sui Cinquecento anni della Riforma protestante


Nel Terzo Padiglione, all’interno della Piazza dei lettori, diverse realtà si presenteranno come un’unica biblioteca, connessa e integrata, al dì là delle diverse tipologie istituzionali, e si intrecceranno con il sistema delle librerie del territorio. L’intento è costruire fisicamente e idealmente una vera e propria piazza dei lettori, che vuole evocare la biblioteca immaginata negli anni Venti del Novecento dallo storico dell’arte Aby Warburg. Qui saranno rese disponibili circa 15.000 risorse, organizzate in quattro macro aree tematiche - Pensiero, Azione, Orientamento, Immagine - riconducibili alla struttura della biblioteca warburghiana, dando vita ad un punto di incrocio di una affascinante e complessa rete di relazioni tra i libri e le persone.
Il progetto, coordinato dall’AIB – Associazione Italiana Biblioteche, Sezione Piemonte, vede la partecipazione della Rete delle biblioteche valdesi e metodiste che ha realizzato, in collaborazione con la Facoltà valdese di Teologia, un percorso tematico e di lettura sulla Riforma protestante in occasione del Cinquecentenario.
Tale percorso, di carattere divulgativo, intende illustrare in maniera semplice e chiara, alcuni nodi centrali della Riforma e del pensiero di Lutero, per arrivare alla presenza protestante in Italia oggi e porsi in collegamento con la presenza al Salone dall’Editrice Claudiana.
Al centro l’idea di fornire elementi di conoscenza e approfondimenti qualificati e “corretti” sulla Riforma, soprattutto per un pubblico non specialista; permettere a ciascun utente di approfondire gli elementi di suo interesse; dare un orientamento nel grande mare dei contenuti iconografici, bibliografici, testuali e multimediali che popolano la rete. Fornire quindi un servizio “bibliotecario” come avviene in una qualsiasi delle nostre biblioteche, dove le competenze maturate dai bibliotecari e dalla struttura biblioteca sono a disposizione del pubblico proprio per rispondere a interessi culturali variegati.

martinlutheri.jpg
I percorsi saranno consultabili a partire dai libri cartacei e saranno arricchiti da estensioni sul web, realizzate grazie a innovative applicazioni di social reading, che rendono possibile esplorare le reti di relazioni che correlano un libro a un autore o ad un argomento.
 
schermata_2017-05-12_alle_15.10.28.png
 

Questa selezione di contenuti digitali sarà accessibile direttamente dallo spazio della Piazza dei lettori, grazie a un allestimento multimediale. Senza escludere la possibilità per i visitatori di usare gli strumenti di mediazione classici, catalografici ed informativi, con cui le biblioteche, nella loro attività quotidiana, organizzano e gestiscono patrimoni straordinari per quantità e qualità.
Fra i percorsi proposti, gli anniversari di Antonio Gramsci, Primo Levi, Don Milani, della Rivoluzione d’ottobre e della Riforma di Lutero; il delicato tema degli studi di genere, John Fante, Allen Ginsberg, Henry Miller, la memoria dell’Olocausto nel graphic novel, la gestione aperta dei diritti in ambiente digitale, e tanti altri ancora.

 

Press

04/06/2018
Fonte:
Ist. Sup. per la Conservazione ed il Restauro
04/06/2018
Fonte:
chiesavaldese.org
15/01/2018
Fonte:
Il mondo degli archivi
17/12/2017
Fonte:
chiesavaldese.org
17/12/2017
Fonte:
Riforma.it
01/06/2017
Fonte:
chiesavaldese.org
17/05/2017
Fonte:
Riforma.it
15/05/2017
Fonte:
Riforma.it
11/04/2016
Fonte:
Chiesavaldese.org
11/04/2016
Fonte:
Riforma.it
07/04/2016
Fonte:
archiviodistatotorino.it
05/04/2016
Fonte:
iccd.beniculturali.it
05/04/2016
Fonte:
Chiesavaldese.org
25/03/2016
Fonte:
Metodisti.it
09/02/2016
Fonte:
Chiesavaldese.org
31/07/2015
Fonte:
Beniculturali.it